mercoledì 13 gennaio 2016

lettere per una cicogna

Buonasera miei cari lettori..
Oggi vi voglio raccontare una storiella e ho deciso che nei prossimi articoli sul mio piccolo blog ,per un po', ve ne narrerò alcune,se vi va.
Questa storia parla di me e di cosa sto provando in questo periodo che per me è davvero colmo di gioia e amore.
Lasciatevi guidare dalla fantasia e dal cuore in questo viaggio e venite con me...

_ Questa storia inizia con un protagonista un po' bizzarro...





Lui è il signor Cicogna
ed è innamorato ormai da un po'.
Stamattina si è svegliato e nel dormiveglia l'ha pensata...
Lei, con le sue piume un po' arruffate intorno al becco, con il suo sguardo rivolto verso il basso,emozionato e forse un poco imbarazzato, con quel vestito lilla che profuma di pulito e quel cappellino buffo che con il vento rischia di volare via.
Svegliarsi accanto a lei è qualcosa di così meraviglioso che a parole non si può descrivere, il suo profumo sul cuscino lo inebria e la voglia di saltellare per la gioia lo assale.
Con un balzo si libera dalla coperta di lana che ha protetto il loro amore quella notte... brrrr che freddo!
La vestaglia di pile blu e le calze a righe sono proprio ciò che serve.
Il Signor Cicogna si osserva allo specchio e dal becco gli sfugge una risata.. si sente un po' ridicolo, ma non importa.
Vorrebbe ridere con lei del suo look mattutino,vorrebbe farla volteggiare e farle il solletico..ma lei questa mattina non c'è, doveva proprio scappare.
Il Signor Cicogna si reca in cucina assaporando il sapore dei suoi biscotti preferiti, quelli con le gocce di cioccolato.
Il Signor Cicogna vede un foglio sul tavolo, un foglio con impressa la calligrafia di colei che fa fare le capriole al suo cuore.
Il Signor Cicogna inizia a leggere:

'' Sei la mia calma,
la mia barca che dondola sull'acqua in tempesta. Non posso cadere, mi tieni stretta.


Sei una piccola pietra alla quale io sono legata come un palloncino rosso che non può scappare anche se il vento soffia forte.
Sei l'aquilone che vola accanto a me che sono un uccellino che sbatte le ali. Piccolo ma forte.


Sei la mia famiglia.
Voglio fabbricare con te la nostra storia insieme foglia dopo foglia, briciola dopo briciola, coriandolo dopo coriandolo, lacrima dopo lacrima.



Voglio mettere insieme le parole di noi. ''

sulla guancia piumosa del Signor Cicogna scende una lacrima.
Il Signor Cicogna è innamorato. _



Questa era una storiellina che avevo voglia di scrivervi.
Spero di non avervi annoiato e spero vi siano piaciuti i miei disegni.



Minthe e il Sig. Cicogna vi abbracciano e aspettano i vostri commenti (:




( Aaahhh quasi dimenticavo!! 
Se vi va date un'occhiata a questo blog : Moromabuono
vi commuoverete. )




1 commento:

  1. Questa storiella è deliziosa, davvero, mi ha riempito il cuore di gioia e avrei voluto saltellare assieme al signor Cicogna.
    L'hai scritta tu? Bravissima!
    Ti seguo (qui, su google+...) perché penso passerò bei momenti qui da te. :)

    RispondiElimina

Lasciate un ricordo di voi qui :) Mi farete felice